SLC/CCC/CSS

Giornata dei giudici - 14 / 15 giugno 2014 - Airolo (TI)

IFPF

Nei giorni di sabato 14 e domenica 15 giugno 2014 si è svolta la tradizionale “Giornata dei giudici” ad Airolo in Leventina, grazie all’organizzazione del Gruppo regionale del Ticino.

Con l’invito del “Club Segugio Svizzero”, sezione Ticino, una quarantina di giudici e aspiranti giudici di lavoro si sono ritrovati al sabato 14 giugno, alle ore 17.00, presso la sala multiuso del Ristorante-Caseificio del Gottardo ad Airolo in Val Leventina, per il loro tradizionale fine settimana d’istruzione, che di regola ha svolgimento nel corso del mese di giugno, periodicamente ogni due anni.In apertura della serata, a nome dei segugisti ticinesi, il presidente del CSS Piercarlo Poretti ha porto il saluto di benvenuto a tutti i partecipanti, con l’augurio per uno svolgimento ottimo delle due giornate, sia per la parte teorica del sabato, sia per la prova pratica della domenica. Si è quindi proceduto alla distribuzione a tutti i presenti del “Libretto-Programma Prove pratiche 2014 in Ticino”, su cui risulta riportato il “Regolamento per lo svolgimento delle prove pratiche di lavoro con i cani segugi svizzeri su lepre REC – 2011 - Lepre.

A nome del CSS, sezione Ticino, e in particolare da parte del comitato organizzativo, Poretti ha rivolto l’invito a tutti i presenti di voler partecipare all’aperitivo della casa e alla successiva cena a base di Fondue e Raclette, specialità del posto. Aperitivo e cena che sono stati offerti a tutti i partecipanti presso il Ristorante-Caseificio del Gottardo al termine dell’istruzione teorica, con l’auspicio per un buon soggiorno nella Svizzera meridionale.

Di seguito il presidente della commissione tecnica Manfred Pircher ha rivolto il suo saluto e augurio di una buona partecipazione e di seguito ha esposto il programma nel dettaglio, che prevede una parte teorica con commenti e analisi delle varie valutazioni del Regolamento per lo svolgimento delle prove pratiche di lavoro con l’impiego dei cani segugi svizzeri REC-2011-LEPRE, e di seguito la proiezione di filmati dove è messo in evidenza i vari impieghi nelle diverse caccie con il segugio svizzero e il metodo ideale per un corretto addestramento dell’ausiliario.

In considerazione che i due cani che sono impegnati la domenica vengono seguiti con un collare munito di segnale satellitare GPS, l’amico Manfred ha mostrato ai partecipanti l’interessante vantaggio che si può ottenere con l’ausilio di questo collare e con un adeguato programma scaricabile sul telefonino, dove viene visualizzato il percorso fatto dal cane, il suo sviluppo in lunghezza, tempi di percorrenza e dislivelli effettuati. Tale dimostrazione è poi stata visualizzata la domenica, al rientro dopo le due prove pratiche.

La parte teorica è stata esposta con la proiezione di varie slite e testi di commento da parte di Poretti, con l’aiuto per le traduzioni dei testi in tedesco da parte del socio Leo Duschen, e per il francese da parte del socio Engel Martial, che andiamo gentilmente a ringraziare. Nella parte teorica si è commentato il comportamento ritenuto corretto sulla cerca, il lavoro sulla traccia e lo scovo, inoltre sulla giusta valutazione sulla voce.

Di seguito è stato proiettato il filmato che ha evidenziato il comportamento del segugio svizzero su lepre, cinghiale e altra selvaggina, con riferimento al suo addestramento da cucciolo.

Dopo i vari commenti si è avuta l’occasione di discutere dei molti problemi tecnici che il nostro regolamento delle prove pone e quindi siamo scesi nella sala principale del ristorante, dove dopo un abbondante e gustoso aperitivo con vino bianco ticinese e vari stuzzichini a base di formaggio, ci siamo accomodati per una cena tutti assieme in allegra compagnia, chi con la Fondue e chi con la Raclette.

Quindi tutti a dormire nei vari ritrovi alberghi, alloggi e ostelli di Airolo. Notte alquanto agitata e corta, dovuta alla trasmissione televisiva a mezzanotte della partita Italia- Inghilterra dei Mondiali in corso in Brasile.

La domenica mattina alle ore 05.45 ci siamo di nuovo ritrovati al Caseificio-Ristorante Gottardo per una colazione e la formazione di due gruppi, che congiuntamente ai due conduttori con i loro cani, si è intrapresa la trasferta sugli areali di montagna prescelti. Per le due prove pratiche è stato previsto l’impiego di due segugi svizzeri, uno di razza lucernese, Amigo di Walter Gianora, con trasferta a Coliscio; e una segugia bernese, Bella di Giovanni Brumana, con la quale ci si è recati a Segna.

Tutti muniti dei regolamenti e dei relativi formulari in cui esprimere ognuno i propri giudizi, si è potuto assistere a Segna, con l’impiego della bernese Bella, al lavoro di ricerca e scovo quasi immediato, con successivo inseguimento in cacciata per circa quarantacinque minuti di una bella lepre bianca, vista solo da pochi. Di seguito il secondo scovo e breve inseguimento di un leprotto, pure di razza variabile, dopo un grande lavoro di accostamento.

Con il secondo gruppo a Coliscio il segugio lucernese Amigo ha pure scovato una lepre, purtroppo con un inseguimento breve e di poca durata. Occorre dire che al momento dello svolgimento delle prove ha pure iniziato a piovere. Una pioggerellina che in parte ha disturbato l’inseguimento-caccia da parte dei cani.

Alle dieci e trenta minuti i due gruppi hanno fatto rientro al Ristorante del Gottardo, dove nella sala di riunione abbiamo consegnato tutti i giudizi espressi da parte di ogni partecipante e quindi Manfred Pircher ha analizzato tutte le valutazioni, dove nel gruppo di Segna vi era abbastanza similitudine di giudizio, invece con il gruppo di Coliscio si sono registrate troppe differenze nell’attribuzione dei punteggi sulla cerca libera, sul lavoro sulla traccia e sullo scovo. Occorre quindi sforzarsi per armonizzare tali risultati.

Inoltre si è fatto presente che in occasione di queste prove con tanti giudici occorre ripartire preventivamente meglio il gruppo affinché più persone possano vedere la lepre e di conseguenza giudicare con cognizione di causa.

In seguito si sono susseguiti i vari commenti che ognuno ha potuto far rimarcare su quanto, ha osservato, e di conseguenza sono scaturiti vari suggerimenti sulla tenuta delle prossime “Giornate dei Giudici”.

Il presidente della C.T. Manfred Pircher ha ringraziato tutti per la loro partecipazione e il Comitato organizzativo nella persona del presidente Poretti.

Poretti ringrazia con simpatia tutti e porge l’augurio per un buon rientro, facendo presente a chi volesse di nuovo soffermarsi al pranzo assieme, che di seguito si può assistere al passaggio del “Giro ciclistico della Svizzera”, che è previsto per circa le ore 13.30 da Airolo, con lo svolgimento della tappa Bellinzona-Sarnen.

Saluta tutti i partecipanti con gli auguri di potersi ritrovare anche per la prossima” Giornata dei giudici”.

Per il CSS, sezione Ticino, il presidente Piercarlo Poretti.